Benvenuto sul sito di METATRON GROUP

LA BADANTE: party esclusivo a Milano alla Sala Venezia per il lancio dell’album “L’amore è un algoritmo borghese”

LA BADANTE: party esclusivo a Milano alla Sala Venezia per il lancio dell’album “L’amore è un algoritmo borghese”

Si è tenuto ieri a Milano l’esclusivo party organizzato dalla ParideVitale Srl per lanciare il primo album de La Badante, il collettivo misterioso che porta per la prima volta in Italia i testi dei Fangoria, paladini del mondo LGBT. Tra i volti presenti alla balera Sala Venezia Victoria Cabello, Diego, La Pina, Linus, Costantino della Gherardesca, Andrea Pinna, il collettivo social Sciuragram, che insieme a tutti gli altri invitati hanno indossato la maschera de La Badante, una donna orientale raffigurata sull’album dell’artista. Tra luci soffuse, riso bollito e un’atmosfera ironica e dissacrante proprio vuole essere l’album, La Pina ha poi letto una lettera ricevuta da La Badante per comunicare la volontà di allontanarsi dalla canonica presentazione di un album a favore di un evento dove festeggiare insieme questo primo successo.

Secondo La Badante al giorno d’oggi l’amore non può che essere un algoritmo, in particolare un algoritmo borghese, filosofia che da il titolo all’album uscito il 25 maggio su etichetta INRI. Si tratta di un progetto musicale e creativo che ha raccolto alcune personalità – rigorosamente avvolte e protette dall’anonimato – per riarrangiare e far conoscere un fenomeno mainstream spagnolo, il gruppo dei FANGORIA, gruppo poco o affatto conosciuto in Italia, paladini del mondo LGTB e parte della factory creativa del regista Pedro Almodovar, riconoscibili per le loro sonorità electro-pop di facile ascolto, con un’attenzione particolare ai testi mai banali ma di facile presa. L’album “L’amore è un algoritmo borghese”, disponibile anche in vinile, racchiude 8 tracce, rappresentative di 20 anni di evoluzione e successi della band, con un minuzioso lavoro di adattamento dei testi, sempre in bilico tra giochi lessicali e analisi dei sentimenti, reinterpretando perfettamente un mood musicale retro in chiave contemporanea.